Scroll to top
© 2020, Parco Archeologico Urbano della Città di Napoli
Share

Caratterizzazione sismica dell’area sulla base di dati di monitoraggio già esistenti


test

Ricerca

La caratterizzazione sismica del sottosuolo e la sua modellazione 3D rappresentano uno degli strumenti fondamentali per la pianificazione urbanistica e territoriale.

Gli interventi di scavo archeologico connessi ai lavori di ampliamento delle linee di trasporto pubblico urbano realizzati all’interno dell’area che comprende Piazza Municipio, da sempre uno dei luoghi più importanti nella storia della città di Napoli, hanno consentito di recuperare e conoscere stratificazioni archeologiche di epoca greco-romana, di età angioina, aragonese, vicereale nonché di raccogliere numerosi dati stratigrafici e archeologici relativi ai settori meridionale e occidentale della città, già interessati, nel XIX secolo, dagli interventi di ristrutturazione urbanistica della Società del Risanamento.

La peculiarità del cantiere della stazione della metropolitana di Piazza Municipio è stata che, nel corso degli scavi per la sua realizzazione, sono stati rinvenuti dagli archeologi quasi 3000 reperti di ottima qualità oltre che, a partire dal 2003, cinque imbarcazioni in legno di abete lunghe circa 15 metri (II – III secolo d.C.) adibite al trasporto di beni e mercanzie tra le navi di grosso pescaggio, ancorate al largo, e il porto dell’antica Neapolis. Nel 2004, inoltre, a 3 metri sotto il livello del mare e a 13 metri sotto il livello dell’attuale piazza, sono stati riportati alla luce i resti del porto romano.

Questo è il motivo per cui il Parco Archeologico Urbano della città di Napoli (PAUN) è stato localizzato in corrispondenza di tale sito archeologico con lo scopo di conoscere, valorizzare e tutelare quanto emerso dagli scavi per una sua corretta fruizione.

Imprescindibile a questo scopo è la conoscenza della natura geologico-tecnica del sottosuolo, e la conseguente caratterizzazione sismica, dell’area di cui sopra che contribuisce a ricostruire la storia del sito e a meglio definire il potenziale ed il rischio archeologico mediante l’individuazione dei pericoli e dei danni potenziali che possono verificarsi in seguito ad eventi antropici o naturali avversi.

Pertanto, i risultati della presente attività di ricerca hanno avuto come obiettivo:

  • la raccolta di dati di monitoraggio sismico pregressi per la zona oggetto di studio e le zone limitrofe;
  • la caratterizzazione e modellazione geologico-tecnica dell’area oggetto di studio;
  • la caratterizzazione e modellazione sismica dell’area oggetto di studio.

Lo studio geologico-tecnico e la caratterizzazione sismica dell’area sono stati realizzati a partire dai dati di letteratura e dai dati cartografici e stratigrafici oltre che mediante dati di campo forniti da Enti pubblici e privati acquisiti durante le indagini che sono state effettuate durante la realizzazione della Linea 1 della Metropolitana di Napoli.

Prodotti

1.Modello geologico-tecnico tridimensionale dell’area PAUN

2. Modello tridimensionale della distribuzione nel sottosuolo delle velocità di propagazione delle onde di taglio (Vs) dei vari litotipi in funzione della profondità dell’area PAUN

3. Mappa della distribuzione areale del Vs equivalente determinato secondo le Norme Tecniche per le Costruzioni 2018 (NTC, 2018)

4. Modello 3D delle categorie di sottosuolo

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

Norme Tecniche per le Costruzioni (2018).

Nunziata C., Natale M., Panza G.F. (2004) – Seismic characterization of neapolitan soils. Pageoph, 161 (5-6), pp. 1285-1300.

Notti D., Herrera G., Bianchini S., Meisina C., García-Davalillo J.C., Zucca F. (2014). A methodology for improving landslide PSI data analysis. Int. J. Remote Sens. 35 (6), 2186–2214. http://dx.doi.org/10.1080/01431161.2014.889864.

Tofani V., Raspini F., Catani F., Casagli N. (2014). Persistent scatterer interferometry (PSI) technique for landslide characterization and monitoring. In: Sassa, K., Canuti, P., Yueping, Y. (Eds.), Landslide Science for a Safer Geoenvironment—Volume 2: Methods of Landslide Studies. Springer International Publishing. ISBN: 9783319050492, pp. 351–357.

BORSISTA DI RICERCA: ANNA CLAUDIA ANGRISANI
RESPONSABILE SCIENTIFICO: DOMENICO CALCATERRA