Scroll to top
© 2020, Parco Archeologico Urbano della Città di Napoli
Share

“PAUN: un passo nel futuro”. Domani tappa conclusiva del progetto PAUN

Domani 16 luglio si terrà in diretta Facebook la tappa conclusiva del roadshow per il progetto PAUN (Parco Archeologico Urbano della città di Napoli) promosso da DataBenc, il Distretto Ad Alta Tecnologia per i Beni Culturali, con l’obiettivo di realizzare il prototipo di un parco aperto a visitatori, istituzioni e studiosi attorno al sito storico di Piazza Municipio, attraverso l’applicazione di tecnologie “smart innovation” al patrimonio monumentale e archeologico.

Nel corso dell’evento, i curatori e i referenti di aziende e istituzioni partner del progetto verranno intervistati e invitati a presentare al pubblico risultati e obiettivi conseguiti. Moderati dal giornalista e partner di Gruppo Stratego Giuseppe Alviggi e dopo l’introduzione del responsabile scientifico del progetto Alfonso Santoriello e del presidente del CdA di Databenc Diego Mascolo, interverranno: il consigliere delegato alla Digitalizzazione e ICT della Regione Campania Mario Casillo; l’assessore alla Ricerca, Innovazione e Startup della Regione Campania Valeria Fascione; l’assessore alla Formazione Armida Filippelli. Parteciperanno con le loro testimonianze il soprintendente di ABAP Napoli Luigi la Rocca e Daniela Giampaola di ABAP Napoli. Presenteranno i risultati il docente di Ingegneria Elettronica dell’UNISA Francesco Colace, l’analista programmatore di ES Progetti e Sistemi Nicoletta Capanna, il responsabile tecnico di ES Progetti e Sistemi Maurizio Dragoni, il docente di Geologia, Stratigrafia e Sedimentologia dell’Universita’ degli Studi Parthenope Gerardo Pappone, Olga Zeni del CNR, Giovanni Fruscio di Energent, il docente di informatica dell’UNISA Vittorio Scarano, il CIO di Maregroup e founder di Spinvector Giovanni Caturano, la ricercatrice dell’Università degli Studi Federico II Carmela Capaldi, il presidente e CEO di Netcom Domenico Lanzo, il CEO di System Management Giuseppe Lieto. Le conclusioni saranno affidate all’esposizione del delegato alla ricerca del CdA di Databenc Giuseppe de Pietro e al consigliere di amministrazione di Databenc Massimo de Santo.

DATABENC (Distretto ad Alta TecnologiA per i Beni Culturali) è una società consortile a responsabilità limitata (S.C.a R.L.). Nasce da un’idea progettuale promossa dall’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e dall’Università degli Studi di Salerno. Su di essa convergono oggi più di 60 soggetti (Pmi, Grandi Imprese, Centri di Ricerca e Università).