Scroll to top
© 2020, Parco Archeologico Urbano della Città di Napoli
Share

Ricercatori Interviste

Prof. Domenico Calcaterra (DiSTAR)

Domenico Calcaterra, ordinario di Geologia Applicata presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, ci racconta il lavoro svolto, nell’ambito del progetto PAUN, dal gruppo di ricerca DiSTAR (Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e delle Risorse dell’Università degli Studi di Napoli Federico II), di cui è responsabile scientifico.

Il DiSTAR ha condotto studi di carattere geologico-stratigrafico, idrogeologico, idrostratigrafico e mineralogico-petrografico dell’area che comprende il sito archeologico di Piazza Municipio. Le attività di ricerca sono state finalizzate alla produzione di cartografia tematica e alla definizione di validi modelli tridimensionali (geologici, idrogeologici, idrostratigrafici, geologico-tecnici e sismici).

Nella video-intervista il prof. Calcaterra ci introduce al progetto di ricerca.

 

Per maggiori approfondimenti: prof. Domenico Calcaterra.pdf

Dott.ssa Daniela Musmeci

Daniela Musmeci, dottore di ricerca in Storia e Archeologia globale dei paesaggi presso l’Università degli Studi di Salerno, ci racconta le attività che ha svolto in qualità di assegnista del progetto PAUN.

La ricerca “Analisi del contesto, fabbisogno tecnologico e produzione della conoscenza. Metodologie e sistemi integrati, archiviazione e gestione dei dati in centri urbani pluristratificati” (responsabile scientifico prof. Alfonso Santoriello) ha approfondito le metodologie e i protocolli adottati nella realizzazione dei principali Sistemi Informativi Territoriali Archeologici presenti in Italia, evidenziandone strategie e scelte adottate in risposta alle richieste di fabbisogno tecnologico e di soluzioni adeguate alla gestione e fruizione di basi di conoscenze.

Nella video-intervista la dott.ssa Musmeci ci introduce al progetto di ricerca.

 

Per maggiori approfondimenti: dott.ssa Daniela Musmeci.pdf

Dott.ssa Francesca Lella

Francesca Lella, attualmente iscritta alla Scuola di Specializzazione in Beni Archivistici e Librari presso l’Università “La Sapienza” di Roma, ci racconta le attività che ha svolto in qualità di borsista del progetto PAUN.

La ricerca “Censimento, schedatura e digitalizzazione dei dati di archivio relativi agli interventi nell’area di Piazza Municipio” (responsabile scientifico prof.ssa Raffaella Zaccaria) è stata realizzata con l’obiettivo di: restituire il censimento coerente e puntuale della documentazione, realizzare la schedatura del materiale, acquisire digitalmente i fototipi secondo gli standard di riferimento condivisi a livello nazionale. L’insieme di tali procedure ha avuto lo scopo di valorizzare il patrimonio documentale, ampliare l’accesso al pubblico per fini scientifici e culturali, limitare la consultazione diretta dei documenti originali e facilitare l’accesso a materiale di difficile fruizione.

Nella video-intervista la dott.ssa Lella ci introduce al progetto di ricerca.

 

Per maggiori approfondimenti: dott.ssa Francesca Lella.pdf

Dott.ssa Anna Rita Russo

Anna Rita Russo, dottore di ricerca in Metodi e Metodologia della Ricerca Archeologica e Storico-Artistica presso l’Università degli Studi di Salerno, ci racconta le attività che ha svolto in qualità di assegnista del progetto PAUN.

La ricerca “Il porto di Neapolis in età greca e romana: analisi degli scambi, della mobilità e della circolazione delle merci nel quadro del commercio marittimo europeo” (responsabile scientifico prof. Fausto Longo) ha analizzato, attraverso lo studio di materiale edito e inedito, il ruolo di Neapolis come città portuale dalla sua fondazione (decenni finali del VI sec. a.C.) al V sec. d.C., focalizzandosi su scambi, mobilità e circolazione delle merci nel quadro dei traffici marittimi a scala mediterranea.

Nella video-intervista la dott.ssa Russo ci introduce al progetto di ricerca.

 

Per maggiori approfondimenti: dott.ssa Anna Rita Russo.pdf

Dott. Alfredo Maria Santoro

Alfredo Maria Santoro, docente a contratto presso l’Universitè d’Angers (Francia) e l’Università degli Studi di Salerno e assegnista del progetto PAUN, ci parla della ricerca “Castel Nuovo tra Angioini e Aragonesi alla luce della documentazione archeologica; analisi delle forme di organizzazione spaziale e della cultura materiale” (responsabile scientifico prof.ssa Rosa Fiorillo).

Il progetto intende analizzare le forme e l’area occupata del Castel Nuovo di Napoli, prendendo in considerazione tre aspetti principali ai fini della comprensione spaziale e degli ambienti del castello: l’iconografia medievale e della prima età moderna delle strutture; la documentazione scritta relativa ai lavori del castello; il riconoscimento e la pre-catalogazione di alcuni reperti numismatici relativi alla frequentazione angioina del sito.

Nella video-intervista il dott. Santoro ci introduce al progetto di ricerca.

 

Per maggiori approfondimenti: dott. Alfredo Maria Santoro.pdf

Dott.sse Rosanna Apicella, Antonella Citro e Roberta Olivieri

Rosanna Apicella, Antonella Citro e Roberta Olivieri, laureate in Filosofia presso l’Università degli Studi di Salerno, ci raccontano le attività che hanno svolto in qualità di borsiste del progetto PAUN.

La  ricerca “Tecniche e metodologie per la valorizzazione in ambito social di contenuti relativi a beni culturali e alle strutture che li ospitano” (responsabile scientifico prof. Massimo De Santo) ha avuto come obiettivo principale l’ideazione e lo sviluppo di una strategia di comunicazione digitale per il progetto PAUN.

Lo studio si è concretizzato nel popolamento del portale web www.paun.databenc.it e nella creazione dei profili Facebook, Instagram e YouTube visibili nella homepage del sito.

Nella video-intervista le dottoresse ci introducono al progetto di ricerca.

 

Per maggiori approfondimenti: dott.sse Apicella, Citro, Olivieri.pdf

Prof.ssa Leila Birolo

Leila Birolo è professore associato in Biochimica presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Ha conseguito un Master in Chimica e un dottorato in Chemical Sciences presso l’Unina, è stato borsista post-doc presso l’ Università degli Studi di Napoli “Federico II” e presso la Wales University di Cardiff.

Nell’ambito della ricerca sullo sviluppo di metodologie per l’analisi di materiale proteico in manufatti artistici e reperti archeologici, i progressi della spettrometria di massa hanno consentito di studiare le proteine antiche presenti in reperti archeologici e opere d’arte. Le informazioni ottenibili contribuiscono sia alla conoscenza dei materiali antichi, fornendo nuove prospettive storiche, sia alla conservazione del patrimonio artistico. 

Nella video-intervista la prof.ssa Birolo ci introduce al progetto di ricerca.

Per maggiori approfondimenti:

Per maggiori approfondimenti: Prof.ssa Leila Birolo